Come Vengono Raccolti i Campioni del DNA per un Test di Determinazione del Sesso?

Come vengono raccolti i campioni per un test di determinazione del genere molto dipende dal tipo di test che si sceglie. Ci sono test che si basano sul DNA – come ad esempio i test che utilizzano campioni di sangue materno o urina materna.

Un avvertimento: è necessario assicurarsi di scegliere un test che è stato scientificamente convalidato – questo significa che il test è stato sottoposto a studi clinici adeguati sotto le giuste condizioni e che la ricerca ha costantemente dimostrato che i risultati sono corretti. Evitare di determinare il sesso bambino con le vecchie leggende – queste non hanno alcun supporto scientifico e, anche se alcune persone affermano che questo ha funzionato per loro, cio’ è puramente dovuto al caso.

Raccolta dei campioni per il test di determinazione del sesso utilizzando il sangue (metodo piu’ comune)

Il test di previsione del genere con un campione del sangue materno viene fatto utilizzando un kit fai da te direttamente a casa. Il kit contiene carta assorbente speciale così come le lancette (simili ad aghi). La lancetta viene utilizzata per pungere la punta del dito. Una volta che la prima goccia di sangue e’ stata raccolta dopo aver inserito la lancetta nella pelle, è il momento di  usare la carta assorbente e lasciar cadere le gocce di sangue su di essa. Il campione di sangue fornito deve poi essere restituito per il test. Il test può essere fatto a circa 9 settimane di gravidanza. Fondamentalmente la scienza dietro il test spiega quanto segue: il sangue della madre contiene tracce di DNA fetale che aumentano man mano che la gravidanza progredisce. Il sangue prelevato sulla carta assorbente conterrà marcatori del cromosoma Y se la futura mamma aspetta un maschietto. In termini di precisione, il test è accurato al 95%.

Raccolta dei campioni per il test di determinazione del sesso utilizzando l’urina

La raccolta del campione per un test di previsione di genere avviene attraverso un kit fai da te direttamente a casa. All’interno del kit si avrà un contenitore di raccolta delle urine, speciale conservante dell’urina e guanti di nitrile. Non c’è bisogno di digiunare o raccogliere l’urina in un particolare momento della giornata. Il test può essere fatto a 9 settimane di gravidanza. La scienza dietro il test è analoga a quella del test di determinazione del sesso con un campione di sangue. Il DNA fetale trova la sua strada nel flusso sanguigno della madre, ma una volta che il sangue viene filtrato nei reni, il DNA fetale si svuota nell’ urina materna. Il campione di urina può quindi essere analizzato per confermare la presenza di marcatori del cromosoma y – solo i maschi hanno il cromosoma Y, il che confermerebbe che la madre incinta aspetta un maschietto.